SE C'E' UN DOLCE C'E' UNA FESTA

Il consumo di dolci è da sempre associato a sensazioni positive e a momenti di piacere ed è spesso collegato a situazioni di convivialità e di festa.

 

In quasi tutti i Paesi del mondo, i compleanni, i matrimoni, le nascite e le celebrazioni religiose si festeggiano consumando torte, biscotti e altre leccornie. I dolci inoltre, con i loro diversi ingredienti e le loro differenti preparazioni, scandiscano il ritmo delle stagioni e rappresentano un forte legame fra gli abitanti di un territorio e le loro tradizioni.

 

cannolisiciliani620320

 

Al sapore dolce non viene quasi mai associata una valenza negativa e nell’antichità a esso veniva addirittura attribuita un’origine divina. E se nei tempi più remoti si utilizzavano solo alcuni elementi dolcificanti (in Europa per esempio fino al 900 d. C. si conoscevano solo i derivati della frutta, del mosto e il miele), fu con lo sviluppo dei commerci internazionali che la produzione dolciaria crebbe fino a diventare una vera e propria arte culinaria. E’ quindi grazie allo zucchero di canna proveniente dal Medio Oriente, al cacao delle Americhe e ad altri meravigliosi ingredienti importati da territori fino ad allora sconosciuti, che vennero realizzate sofisticate prelibatezze e si diede inizio alla “Pasticceria” modernamente intesa.

 

pasticcini620320

 

I dolci, oggi come nel passato, sono quindi testimoni d’eccellenza dei momenti di gioia e di socializzazione e rappresentano un esempio tangibile dei benefici che si possono ottenere mescolando prodotti, esperienze e tradizioni di luoghi diversi e lontani. La mia mostra vuole proprio sottolineare questi aspetti, evidenziare cioè il potere unificante e l’allegria che possono scaturire da semplici gesti come regalare un dolce o consumare insieme una buona fetta di torta.

 

Di seguito approfondimenti su:

Letture correlate:

Pin It